CENTRO CLINICO DIAGNOSTICO PESARO

  • Isteroscopia

    Prestazioni
    Marabini Prof. Alberto, Zuanetti Dr. Massimo

    Clicca sul nome del medico per collegarti alla scheda:

     

     

    Che cos'è L'isteroscopia
    L'isteroscopia è una tecnica che permette di "vedere" all'interno della cavità uterina, attraverso un’ottica detta isteroscopio.

    Quando è indicata
    L'isteroscopia diagnostica è indicata per lo studio dei sanguinamenti uterini anomali, per la diagnosi di iperplasia endometriale, o di neoformazioni endocavitarie quali polipi endometriali, miomi sottomucosi e carcinoma endometriale. L’isteroscopia trova indicazione anche nella diagnosi e studio della infertilità e della sterilità. L'isteroscopia operatoria consente di eseguire eventuali biopsie, asportare le neoformazioni endocavitarie dell’utero e la correzione di malformazioni congenite uterine.

    Prima dell'esame
    L'isteroscopia diagnostica, se eseguita in ambulatorio, non richiede una preparazione specifica.

    Durante l'isteroscopia
    L'isteroscopio viene introdotto, attraverso la vagina, nel canale cervicale fino ad arrivare alla cavità uterina, che viene distesa con un mezzo liquido al fine di permetterne la visione. Al termine dell'intervento, l'isteroscopio è rimosso e il mezzo di distensione refluisce dalla cavità uterina che ritorna alle dimensioni iniziali. Non sono necessari punti di sutura o medicazioni. L'isteroscopia diagnostica dura pochi minuti, mentre quella operativa anche 20-40 minuti, secondo la complessità dell'intervento. 

    Dopo l'isteroscopia
    L'isteroscopia diagnostica non causa disturbi particolari e la paziente riprende rapidamente le proprie attività. In alcuni casi può avvertire un lieve dolore simil-mestruale. Per qualche giorno può persistere una piccola perdita di sangue dalla vagina. L’isteroscopia operativa si esegue generalmente in regime di day-hospital. La sera dopo l'intervento la dieta è libera. La convalescenza domiciliare è breve; i rapporti sessuali possono essere ripresi regolarmente dopo 2-3-giorni. Dopo circa un mese si consiglia una visita ginecologica di controllo. 

    L’isteroscopia è controindicata
    Le controindicazioni assolute all'esecuzione dell'isteroscopia sono: la presenza di una gravidanza in atto; la presenza di uno stato infiammatorio pelvico, poiché l'esame potrebbe diffondere il processo infiammatorio stesso all'interno dell'apparato genitale.